Da /

Airbnb continua l’impegno in Trentino Alto Adige e punta sugli agriturismi

Airbnb continua il suo impegno nelle zone montane del nord Italia e, dopo gli ottimi risultati raggiunti nel 2016 con le baite alpine del Trentino Alto Adige, ora punta agli agriturismi.

Grazie alla collaborazione con Trentino Marketing, Airbnb apre la piattaforma agli oltre 200 imprenditori agricoli associati ad Agriturismi Trentino che potranno così far conoscere le proprie strutture a viaggiatori provenienti da tutto il mondo.

La spinta per proseguire il progetto nelle aree alpine arriva dall’esperienza positiva delle baite del Trentino che, grazie ad Airbnb, si sono confrontate per la prima volta con il turismo straniero. Realtà rustiche, immerse nella natura al punto di essere spesso difficili da raggiungere, hanno ospitato, tramite la piattaforma, turisti provenienti da ogni dove. Tra i 750 viaggiatori giunti in Trentino con Airbnb nell’ultimo anno non mancano gli ospiti provenienti dagli Emirati Arabi Uniti, dal Canada e persino dall’Australia. In totale il turismo internazionale ha fatto registrare una prenotazione su due, con tedeschi, americani e inglesi fra i più numerosi.

“E’ molto stimolante lavorare con l’estero. Prima di mettere la baita su Airbnb i miei ospiti erano essenzialmente italiani, oggi posso dire di aver ospitato viaggiatori da 3 continenti! Un soggiorno che ricordo con particolare affetto è stato quello di Shujaat e di sua moglie. Lui inglese, lei americana, hanno scelto la mia baita per trascorrere la loro luna di miele!” – racconta Barbara, host di Baita Spilech.

Nell’ultimo anno Airbnb ha portato a Baita Spilech una   quarantina    di ospiti stranieri provenienti da Germania, Regno Unito e America ma Barbara ha ricevuto richieste persino dall’Australia.

Positivo anche l’impatto sulla destagionalizzazione. Tenere aperto tutto l’anno, infatti, per una realtà come Baita Spilech è una vera sfida, soprattutto se si è abituati a una clientela stagionale come quella italiana. Ma nell’ultimo anno qualcosa è cambiato.

“Da quando lavoro con Airbnb non esistono più stagioni. I viaggiatori provenienti dall’estero arrivano anche in bassa stagione o nei giorni infrasettimanali, con gli italiani non succede mai!” – continua Barbara.

Soddisfatti gli host quindi, ma anche i guest, con una percentuale di viaggi a 5 stelle al 91%.

Destagionalizzazione e apertura al turismo internazionale diventano gli obiettivi anche del nuovo progetto agriturismi. Si parte quindi dal supporto all’alfabetizzazione digitale per tutti gli associati di Agriturismi Trentino interessati ad utilizzare la piattaforma Airbnb per proseguire poi con eventi e azioni di comunicazione a livello locale.

Airbnb in Trentino-Alto Adige

La regione alpina ha da un po’ di tempo iniziato a scoprire il fenomeno Airbnb. Uno spartiacque importante è stato il Capodanno 2016, in occasione del quale il Trentino-Alto Adige si era aggiudicato il primo posto nella top 10 delle destinazioni mondiali per amici e famiglie. Oggi in piattaforma sono presenti 7.200 annunci, con una crescita del 52% rispetto al periodo precedente. Gli arrivi negli ultimi 12 mesi sono stati 106.000 (+58%). La durata media del soggiorno è di 4,1 notti, mentre 38 anni è l’età media degli ospiti Airbnb.

Puoi inviare le tue domande, i tuoi commenti o le tue richieste all'indirizzo press@airbnb.com.